Sostegno alla cooperativa il Casolare di Piasco per l’impiego di persone svantaggiate nell’agricoltura buona e sana

 

Appartenente alla categoria delle medio-piccole, la Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo (patrimonio di 59,944 milioni al 31 dicembre scorso), dall’inizio dell’anno alla fine di ottobre ha deliberato oltre 250 nuovi stanziamenti, per un valore complessivo di poco inferiore agli 850.000 euro). Tra gli interventi più recenti spicca quello a cavallo dei settori sviluppo locale e volontariato-filantropia, a favore della cooperativa sociale Il Casolare di Piasco, attiva da 35 anni.
Impiegando diverse persone svantaggiate, la cooperativa Il Casolare ha avviato una produzione agricola, frutticola e zootecnica con conseguente commercializzazione anche di latte e carne (bovini di razza piemontese), realizza la manutenzione e la cura del verde per privati ed enti pubblici, gestisce nel centro di Piasco un negozio dove sono in vendita i suoi prodotti.

Grazie anche al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, la cooperativa Il Casolare ha potuto avviare la produzione di propri formaggi biologici, ottenendo la relativa certificazione, conseguente alla constatazione della totale naturalezza dell’intero processo, a partire dal foraggio ricavato da prati dove non sono mai stati utilizzati fertilizzanti e trattamenti chimici.