Un milione di euro per la digital transformation del settore

Agroalimentare 4.0. è il titolo del programma di iniziative strategiche della Fondazione CRC finalizzate all’accelerazione e alla diffusione dell’innovazione nel settore agroalimentare della provincia. Un’iniziativa rilevante, che ha già preso l’avvio con la progettazione preliminare di un primo intervento riguardante la tracciabilità, diventata un fattore determinante.

Intervento per il quale è stato previsto un impegno di un milione di euro e reso possibile anche in seguito alla scrupolosa ricerca sull’innovazione nel settore agroalimentare coordinata dal Centro Studi della Fondazione CRC e realizzata in collaborazione con il CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria).

La Fondazione, infatti, intende costruire le condizioni perché i prodotti dell’eccellenza agroalimentare del Cuneese, suo territorio di pertinenza, adeguatamente tracciati in modo da certificarne e garantirne la provenienza, possano trovare sbocco e apprezzamento in altri Paesi, in nuovi mercati, potenzialmente ricchi di clienti pronti a riconoscere i valori della migliore produzione del territorio.

I primi risultati dello studio di fattibilità, affidato all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e ancora in corso, evidenziano già l’importanza di investire sull’acquisizione di competenze, necessarie per consentire alle imprese cuneesi della filiera agroalimentare ad attuare quel processo di digital transformation che favorisce e incentiva l’accesso al mercato dell’e-commerce, in rapidissima espansione e particolarmente adatto ai prodotti di alta qualità, sia pure di nicchie più o meno grandi.