Borse, tirocini e stage lavorativi per i giovani, donazioni di biciclette, un portale turistico e una piattaforma informatica per il welfare

 

La Fondazione CRS-Cassa di Risparmio di Savigliano, la più piccola delle piemontesi per patrimonio (35,488 milioni di euro al 31 dicembre 2016), nei primi dieci mesi di quest’anno, ha deliberato un centinaio di interventi per un totale di quasi 400.000 euro. Non si limita a finanziare iniziative di altri enti non profit; ma realizza anche progetti propri originali, con ricadute positive per la collettività.

Il suo progetto “Occupiamoci”, che favorisce l’avvio al lavoro di giovani del territorio con borse, tirocini e stage, è stato finanziato, fino alla passata edizione, con gli emolumenti ai quali anno rinunciato i Consiglieri di Amministrazione delle Fondazione. Altri progetti propri sono “Pedala in città” (donazioni di biciclette ad associazioni ed enti pubblici in occasioni di eventi e manifestazioni locali), Visit Savigliano(dono di un nuovo portale turistico, realizzato con tecnologia Google, ad alcuni Comuni locali) e “Solidali” (una piattaforma informatica che consente a tutti gli operatori locali del welfare di beneficiare delle informazioni che consentono di migliorare l’efficacia delle loro azioni, creando sinergie ed evitando sovrapposizioni).