Tutti i progetti sostenuti dall’Associazione dal 1999 al 2004

Gabriele Capello “Moncalvo”. Ebanista dei due re

Le undici Fondazioni CR piemontesi, riunite nell’Associazione, hanno reso possibile la pubblicazione del libro – edito dalla Società Editrice Allemandi – che ripercorre la vita e le opere di un singolare personaggio ottocentesco: Gabriele Capello detto il Moncalvo. Il volume, di Roberto Antonetto, fotografa il Piemonte dell’Ottocento e presenta un piemontese fuori dell’ordinario. L’opera, frutto di una ricerca d’archivio durata due anni, non è soltanto la sintesi della vita pubblica e privata del maggior stipettaio piemontese ma anche una ricerca sul mobile. La grandezza del Moncalvo è stata il portare in fabbrica l’arte della bottega sviluppando gli antichi talenti artigiani ed applicandoli ad una produzione che si può già definire industriale. Moncalvo fu un artigiano-artista, un esecutore di fastosi mobili ed arredi per monarchi (Carlo Alberto, Vittorio Emanuele II), per l’aristocrazia e per la borghesia.
L’Associazione, valutato il rigore scientifico della ricerca e riconoscendo il significativo valore culturale dell’opera, ha dato sostegno economico alla pubblicazione anche organizzando, il 18 maggio 2004 presso il castello di Racconigi, l’evento di presentazione del volume agli studiosi ed al pubblico.


Piattaforma Nord-Ovest, Fondazione Banco Alimentare ONLUS

Al fine di meglio garantire un flusso costante di prodotti per le persone meno abbienti, resi disponibili dalle industrie alimentari del parmense e dunque meglio supportare le crescenti esigenze di sostegno delle situazioni disagiate, la Fondazione Banco Alimentare ha promosso il progetto “Piattaforma Nord-Ovest”.
Il progetto ha previsto la costruzione di un immobile industriale presso l’interporto di Parma, in una posizione baricentrica rispetto al bacino d’utenza, costituito in via prioritaria dalle regioni del Nord-Ovest d’Italia, che assicuri un funzionale snodo logistico a tutti i banchi alimentari.
L’Associazione, attraverso tale intervento, ha voluto testimoniare l’impegno delle Fondazioni piemontesi verso le fasce più deboli della popolazione.


Strade e piazze porticate del Piemonte

Nel mese di marzo è stato presentato il volume Strade e Piazze porticate del Piemonte. La pubblicazione, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici del Piemonte ed il Centro Studi Piemontesi, è frutto di un lavoro di ricerca, iniziato nel 1999, sulle più interessanti testimonianze di portico in tutto il Piemonte a livello storico, archivistico e bibliografico Il volume, affidato alla Stamperia Artistica Savigliano, sotto il coordinamento del Centro Studi Piemontesi, documenta la realtà di oggi per segnalare l’importanza e il significato di questi percorsi e per sollecitarne ulteriormente la valorizzazione e la tutela, anche in linea con gli indirizzi emersi in ambito europeo, di protezione e di valorizzazione dei centri urbani e dei paesaggi costruiti.


Fiera Internazionale del Libro (edizione 2004) e “Spazi d’arte per la Città futura”, seconda edizione del concorso rivolto alle scuole superiori

In collaborazione con la Fondazione per il libro, la musica e la cultura, e con la Direzione Scolastica Regionale del Ministero per l’Istruzione, l’Associazione delle Fondazioni Casse di Risparmio del Piemonte ha invitato i ragazzi delle scuole superiori del Piemonte a “ripensare” l’utilizzo del centro storico delle loro città.
Gli elaborati proposti dalle scuole sono stati esaminati da un’apposita Commissione e i migliori sono stati premiati in occasione della Fiera Internazionale del Libro 2004.

L’Associazione era presente alla Fiera con un proprio spazio espositivo, inoltre, l’acquisto da parte dell’Associazione di biglietti a favore delle scuole ha consentito a numerosi ragazzi di visitare la Fiera gratuitamente.


L’Associazione socio-fondatore della Fondazione Teatro Regio di Torino

Il Teatro Regio di Torino è uno fra i più antichi teatri non solo d’Italia, ma anche d’Europa. L’istituzione si avvale di due sale: il Teatro Regio (1600 posti) ed il Piccolo Regio (380 posti). L’attività del teatro si sviluppa con un calendario che comprende la Stagione d’Opera e Balletto e quella dei concerti.Il Piccolo Teatro Regio presenta manifestazioni complementari, laboratori e conferenze. Viene programmata un’intensa attività per le scuole che si traduce in molteplici appuntamenti: opera lirica, balletti, concerti, laboratori creativi, educazione musicale, partecipazione a prove di allestimenti, corsi di formazione per insegnanti.

L’Associazione, rilevando l’importanza che riveste il Teatro Regio di Torino, ha aderito in qualità di Socio Fondatore alla Fondazione Teatro Regio.


Famiglie nobili e borghesi dall’Arsenale ai nuovi mestieri, pubblicazione

L’opera ripercorre idealmente la lunga trasformazione della società piemontese da società fortemente improntata dalle attività militari a società prevalentemente dedita ad attività mercantili e proto-industriali.

L’Associazione, valutato il rigore scientifico della ricerca e l’importanza della materia trattata, ha dato sostegno economico alla pubblicazione.


Stanziamento per i danni del terremoto di Alessandria

L’11 aprile 2003 gran parte della provincia di Alessandria è stata interessata da un grave evento sismico che ha determinato rilevanti emergenze e danni materiali.

In collaborazione con la Provincia di Alessandria, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e il Servizio di Protezione Civile della Provincia di Alessandria, l’Associazione ha ritenuto doveroso contribuire a fronteggiare la situazione stanziando risorse finalizzate a opere di ricostruzione e consolidamento di due edifici destinati a case di riposo nei comuni di Serravalle Scrivia e di Sant’Agata Fossili, comuni maggiormente colpiti dall’evento calamitoso.


Fiera Internazionale del Libro (edizione 2003) e “Spazi d’arte per la città futura”, prima edizione del concorso rivolto alle scuole superiori

L’iniziativa, in collaborazione con la Fondazione per il libro, la musica e la cultura e con la Direzione Scolastica Regionale del Ministero dell’Istruzione, nasce dall’idea di coinvolgere i ragazzi delle scuole superiori in un progetto che consentisse di vivere il patrimonio artistico della propria città o del proprio paese come una risorsa personale.

Con il concorso gli studenti sono stati invitati a focalizzare l’attenzione su un’opera architettonica abbandonata da recuperare ad uso civile, attivo, indicare modi, tecniche, tempi e destinazione finale del recupero, ivi compreso una stima dei costi presunti.

Le scuole sono state premiate dall’Associazione delle Fondazioni in occasione della Fiera Internazionale del Libro 2003.


Museo della Patria e della civiltà italiana

In collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Associazione ha sostenuto la realizzazione, presso il museo Vittoriano a Roma, di un museo virtuale dedicato alla storia risorgimentale, un monumento nato per celebrare l’unità e la libertà dei cittadini, un luogo simbolo dell’unità nazionale.

Il Museo è stato inaugurato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno 2002.


Progetto “Nave della pace” – SERMIG

In collaborazione con il Sermig-Arsenale della Pace, l’Associazione ha contribuito al finanziamento della missione di pace in Israele e Palestina prevista nell’ambito del primo appuntamento mondiale dei giovani della pace tenutosi a Torino il 5 ottobre 2002.

Il progetto ha consentito ad alcune migliaia di giovani di incontrare, a Gerusalemme e a Betlemme, le autorità israeliane e palestinesi.

In tale occasione è stato redatto e sottoscritto un documento di proposta ed impegno per la pace che è stato successivamente consegnato ad alcuni capi di Stato dell’area mediterranea.


Le due facce della Sindone

Il 6 dicembre 2001 a Torino, presso il salone d’onore della Fondazione CRT, è stato presentato il volume “Le due facce della Sindone”.

La pubblicazione, realizzata con il contributo dell’Associazione e del Comitato per l’Ostensione, raccontare gli avvenimenti che hanno scandito la storia della Sindone negli ultimi anni del secondo millennio.

Nella prima parte si documenta la preparazione e lo svolgimento delle due esposizioni pubbliche e aggiorna sullo stato delle ricerche scientifiche.

La seconda parte è invece dedicata alla campagna fotografica sulla Sindone e presenta una novità assoluta: le immagini, mai viste prima e mai pubblicate, realizzate al termine dell’ostensione 2000 con un intervento di scannerizzazione che consentono verificare la “faccia nascosta” del telo sindonico.


L’immagine del Piemonte

L’Associazione ha affidato al Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Torino un progetto di ricerca sull’immagine del Piemonte. Con questo progetto si è inteso stimolare una riflessione – non soltanto tra addetti ai lavori – sul Piemonte, sulla sua identità passata e presente, sulla sua capacità di rinnovarsi e riproporsi, alla conclusione di una lunga stagione industriale, come nuovo punto di riferimento, con caratteristiche e attrattive innovative, in Italia e all’estero. L’indagine ha dato origine alla pubblicazione: “L’immagine del Piemonte”.


La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro (www.ircc.it) è nata nel 1986 con l’obiettivo di costruire in Piemonte un Istituto di Ricerca e Cura del Cancro ubicato in un’unica sede. Oggi l’Istituto di Candiolo è un Centro di eccellenza in grado di assicurare il ciclo completo di trattamento in fase di diagnosi e terapia (chirurgia, chemioterapia, radioterapia).

Le risorse messe a disposizione dall’Associazione delle Fondazioni Casse di Risparmio Piemontesi sono state utilizzate per il completamento dei reparti di chirurgia, terapia intensiva e radioterapia. L’intervento fa parte della strategia dell’Associazione che intende contribuire a rendere il sistema della sanità piemontese sempre più qualificato e all’avanguardia.