Tutti i progetti sostenuti nel 2017 dall’Associazione

Salone Internazionale del Libro di Torino 2017 – Progetto “Adotta uno scrittore”

 

Anche nell’anno 2017 l’Associazione ha valutato positivamente la collaborazione con la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura di Torino confermando il proprio sostegno all’edizione 2017 del Salone Internazionale del Libro di Torino ed al collegato progettoAdotta uno scrittore, che da anni promuove la lettura attraverso azioni mirate che coinvolgono il mondo della scuola in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione.

Le Fondazioni associate, infatti, annoverano tra i propri obiettivi statutari la promozione culturale in campo giovanile quale elemento fondamentale della formazione dei futuri cittadini e l’Associazione, in coerenza con questi intenti, ha continuato a fornire il proprio pieno sostegno al progetto.

Il progetto “Adotta uno scrittore” mira a consolidare l’attenzione per la letteratura contemporanea permettendo, attraverso una serie di incontri, il contatto diretto fra studenti ed autori nell’ottica di fornire un’originale formula di crescita culturale.

I 27 autori coinvolti nell’edizione 2017 hanno avuto almeno tre incontri con gli studenti, più quello conclusivo in Fiera, ed il percorso progettuale ha interessato 18 scuole superiori, 3 scuole medie, 3 scuole elementari e 3 strutture di detenzione penale (l’Istituto Penale per i Minorenni “Ferrante Aporti” di Torino, la Casa di reclusione “Rodolfo Morandi” di Saluzzo e la Sezione femminile della Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino).

Inoltre, grazie all’Associazione, 10.000 studenti delle scuole superiori e medie provenienti da tutto il Piemonte hanno potuto accedere gratuitamente al Salone del Libro


Progetto “Terra Madre” – VII edizione

 

Terra Madre è una Fondazione, riconosciuta dalla FAO come partner privilegiato, creata per dare voce e visibilità ai contadini, pescatori e allevatori e per consentire ai produttori di lavorare in condizioni migliori ed in modo sostenibile e naturale.
Si tratta di una rete informale di livello mondiale che si occupa di “sovranità alimentare”, intesa come capacità di essere autonomi nell’attività produttiva, sviluppando strumenti di collaborazione e di condivisione delle informazioni.
Terra Madre riunisce tutti coloro che fanno parte della filiera alimentare per difendere insieme un’agricoltura, una pesca e un allevamento sostenibili e per preservare il gusto e la biodiversità dei cibi perseguendo lo sviluppo economico locale.
La rete di Terra Madre è stata lanciata nella riunione inaugurale del 2004 a Torino e dal 22 al 26 settembre 2016 si è tenuta a Torino la settima edizione della riunione, che ha permesso l’incontro tra le comunità del cibo di oltre 170 paesi.
Dopo il grande successo delle edizioni 2012 e 2014, in cui la completa integrazione con il Salone del Gusto è divenuta realtà, Terra Madre prosegue il suo percorso confermandosi il più importante appuntamento mondiale sul cibo, capace di unire il piacere del cibo e la responsabilità nei confronti di quel che mangiamo e di chi lo produce, affiancando all’esperienza enogastronomica la conoscenza delle donne e degli uomini che coltivano, allevano e trasformano i prodotti alimentari di tutto il mondo, dei territori in cui questi cibi nascono e hanno radici profonde.
L’esperienza di Terra Madre ha innescato la nascita di esperienze simili su scala locale in tutto il mondo e di reti specifiche mondiali (pescatori, apicoltori, ecc.).
Oltre a rafforzare l’immagine di Torino e del Piemonte come centro globale della cultura gastronomica e della riflessione sulla sostenibilità sociale, economica e ambientale del cibo, Terra Madre genera un importante impatto economico sul territorio.
L’edizione 2016 ha presentato la novità di uscire dalla tradizionale location per diffondersi nella città.
I soci fondatori della Fondazione Terra Madre sono il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, la Cooperazione Italiana allo Sviluppo-Ministero Affari Esteri, la Regione Piemonte, la Città di Torino e Slow Food.

Nel 2017 l’Associazione ha dato copertura alla seconda metà del sostegno finanziario complessivamente riconosciuto.


Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe – Roero e Monferrato – progetto “Un Paesaggio per Tutti”

Nel 2011 l’Associazione aveva fornito il proprio sostegno all’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, entità costituita su iniziativa della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, della Provincia di Asti e della Provincia di Cuneo per accompagnare e favorire il progetto di candidatura a patrimonio mondiale dell’umanità del sito paesaggistico.

Successivamente all’ottenimento del prestigioso riconoscimento, l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato ha svolto molteplici attività a beneficio del sito UNESCO e, nel 2017, ha nuovamente chiesto all’Associazione delle Fondazioni piemontesi un supporto per la realizzazione del progetto “Un Paesaggio per Tutti” che si propone di potenziare le attività di divulgazione e di rendere accessibile il sito UNESCO a tutti coloro che sono interessati a conoscerne i valori e a godere dei suoi variegati aspetti.

Un progetto inclusivo che fa proprio il concetto di “turismo accessibile”, anche per un elemento complesso come un paesaggio culturale.

Attraverso tecnologie innovative sarà infatti consentita una modalità evoluta di navigazione interattiva degli spazi culturali e turistici.


Fondazione Teatro Regio 2015-2017

 

L’Associazione, rilevando l’importanza che riveste a livello regionale e nazionale il Teatro Regio di Torino, nel 2015 ha rinnovato l’adesione, in qualità di Socio Fondatore, alla Fondazione Teatro Regio per il triennio 2015/2017.