Oltre 242 milioni di euro. E’ la somma che le undici Fondazioni piemontesi hanno messo a disposizione, quest’anno, per la loro attività istituzionale a beneficio delle rispettive comunità di riferimento.

La cifra è certamente rilevante, anche in considerazione del fatto che per la massima parte è destinata al Piemonte. Soltanto la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT, infatti, hanno territori di pertinenza diversi dalla regione in cui hanno sede: la Liguria e la Campania per la Compagnia di San Paolo, la Valle d’Aosta per la Fondazione CRT.

I principali settori in cui interverranno le Fondazioni di origine bancaria del Piemonte sono quelli dell’Educazione, istruzione e formazione; Volontariato, filantropia e beneficenza; Arte, beni e attività culturali; Sviluppo locale, Salute pubblica; Ricerca scientifica e tecnologica.

Con le risorse derivanti dalla gestione del loro patrimonio, le Fondazioni finanziano iniziative non profit, attuate in proprio o proposte e gestite da altri soggetti, quali organizzazioni di volontariato, Amministrazioni locali ed enti pubblici, Università e scuole, Asl, Ospedali, Musei, cooperative sociali, parrocchie, confraternite.

Come stabilito normativamente, ogni Fondazione di origine bancaria ha predisposto, per la propria attività istituzionale di quest’anno, il Documento Programmatico Previsionale (Dpp), che indica i settori d’intervento, le modalità operative, gli obiettivi e, fra l’altro, l’articolazione delle disponibilità finanziarie, somme che, nel corso dell’esercizio, se necessario o opportuno, potrebbero essere incrementate, come è già successo in passato.

E’ probabile, perciò, che il consuntivo degli stanziamenti deliberati quest’anno possa risultare superiore al totale emerso dalla somma delle cifre scritte nel Dpp 2020 di ognuna delle undici Fondazioni di origine bancaria del Piemonte.

Naturalmente, sono le tre Fondazioni piemontesi con il patrimonio più consistente a presentare le maggiori disponibilità per l’attività istituzionale.

La Compagnia di San Paolo ha previsto di stanziare 151 milioni di euro nel corso del 2020, la Fondazione CRT 52 milioni e La Fondazione CRC (Cuneo) 22 milioni.

I restanti 17,3 milioni circa rappresentano il totale delle risorse destinate al finanziamento delle attività istituzionali delle Fondazioni di origine bancaria di Biella (4.161.000 euro), Asti (3.678.797), Alessandria (2.760.649), Tortona (2.000.000), Fossano (1.724.600), Vercelli (1.696.238), Saluzzo (800.000), Savigliano (446.000).